Igor Righetti a Rai Isoradio

“L’autostoppista”, il nuovo format ideato e condotto da Igor Righetti su Rai Isoradio

"L’autostoppista", in onda dal lunedì al giovedì dalle 17 alle 18 su Rai Isoradio, è il primo programma radiofonico pet friendly dove il co-conducente è il bassotto Byron, che interagisce con gli “autostoppisti” su temi legati alla tutela e ai diritti degli animali, ideato e condotto da Igor Righetti, il “papà” della celeberrima trasmissione quotidiana “Il ComuniCattivo” trasmessa per 12 anni consecutivi su Rai Radio 1 con versioni televisive su Rai2 e al Tg1 Libri su Rai1, e ideatore per Radio Rai, nel 2004, del primo radio reality a livello internazionale “In radio veritas” al quale parteciparono anche Mario Monicelli, Renzo Arbore e Giorgio Albertazzi. “Il ComuniCattivo” su Rai Radio 1, pluripremiato a livello internazionale, raggiunse il milione di ascoltatori a puntata. Nel 2003 inaugurò l’infotainment della rete e per la prima volta fece vincere a Rai Radio 1, nel 2010, l’International URTI Radio Grand Prix di Parigi, uno dei più prestigiosi tra i pochi concorsi radiofonici internazionali. Anche ne “L’autostoppista”, Igor Righetti sperimenta nuovi linguaggi, si avvale della contaminazione tra generi diversi e nell’elaborazione di percorsi narrativi originali. Per questo suo format crossmediale innovativo che ha subito riscosso grande successo su Rai Isoradio, Righetti si è ispirato all'esilarante commedia "Il tassinaro" diretta e interpretata nel 1983 da suo cugino Alberto Sordi. In ogni puntata, il conduttore-conducente offre un passaggio sulla sua auto a personaggi celebri rimasti in panne, ignari, però, di salire a bordo di un prototipo di vettura mai entrato in produzione in quanto anarchico e sovversivo. Un’auto interattiva con il guidatore e gli occupanti, permalosa ed eccentrica, che esprime il proprio disappunto o compiacimento su ciò che viene detto utilizzando anche la voce del navigatore satellitare e l’autoradio. Navigatore che su quest’auto diventa “navigattore”. Grande attenzione viene rivolta al mondo dei social network con lo spazio “Le pet star dei social” dove l’influencer Lorenzo Castelluccio va alla scoperta di cani, gatti, ma anche furetti, pappagalli, galline, papere e maialini che sui loro account social hanno centinaia di migliaia o milioni di seguaci.

Igor Righetti con il suo bassotto co-conducente Byron

Tra le centinaia di “autostoppisti” già saliti a bordo figurano, tra gli altri, Mara Venier, Renzo Arbore, Al Bano Carrisi, Piero Chiambretti, Vittorio Sgarbi, Piero Angela, Renato Pozzetto, Vittorio Feltri, Pupi Avati, Barbara Palombelli, Iva Zanicchi, Katia Ricciarelli, Beppe Severgnini, Massimo Boldi, Cristina D’Avena, Simona Ventura, Caterina Balivo, Adriano Panatta, Mara Maionchi, Giovanni Allevi, Gianfranco Vissani, Santo Versace, Vladimir Luxuria, Nancy Brilli, Eleonora Daniele, Orietta Berti, Antonio Di Bella, Stefano Coletta, Benedetta Parodi, Giusy Ferreri, Luca Ward, Nunzia De Girolamo, Donatella Rettore, Patrizia de Blanck, Massimo Giletti, Vittorio Brumotti, Dario Ballantini, Cristiano Militello, Moreno Morello, Antonio Casanova, Nino Marazzita, Giacomo Urtis, Marisa Laurito, Maria Concetta Mattei, Caterina Balivo, Raffaele Morelli, Roberto Giacobbo, Rosanna Vaudetti, Anna Falchi, Sandra Milo, Tosca D’Aquino, Enrica Bonaccorti, Mago Forest, Rita Dalla Chiesa, Giampiero Mughini, Annamaria Bernardini De Pace, Eva Robin’s, Povia, Barbara Alberti, Alessio Boni, Biagio Izzo, Barbara Bouchet, Alessandro Cecchi Paone, Valeria Fabrizi, Michela Vittoria Brambilla e Leo Gullotta.

Ironia graffiante, radio dediche musicali e cinematografiche, esperti del mondo pet, imprenditori, scrittori, giornalisti, influencer, personaggi del mondo dello spettacolo e della politica per raccontare i cambiamenti dell’Italia e dei suoi abitanti tra ricordi, aneddoti, curiosità, emozioni e ilarità. La regia è di Gianni Grimaldi. "L’autostoppista" viaggia sulle frequenze di Rai Isoradio (103.3 e 103.5), sul sito e l’app RaiPlay Sound (www.raiplaysound.it/isoradio) e sul sito di Rai Isoradio dove si trovano anche le puntate in podcast.


Byron e Igor Righetti

Programmi radiofonici ideati, scritti e condotti

CameraSu Rai Radio 1 per 12 anni consecutivi, dal 2003 al 2014, è stato autore e conduttore del primo format quotidiano crossmediale (radio, tv, web, telefonia mobile, editoria) intergenerazionale sui linguaggi della comunicazione “Il ComuniCattivo” (oltre 12 mila le interviste realizzate, 2.249 le puntate andate in onda). “Il ComuniCattivo” è stato tra i primi programmi di Rai Radio 1 ad avvalersi del podcast e ha inaugurato l’infotainment del canale.

Per la Divisione radiofonia della Rai, sempre su Radio 1 Rai, nel 2004, ha ideato e condotto il format multipiattaforma del primo radio reality a livello internazionale “In radio veritas, la parola alla parola” (radio, tv e web). L’esperimento mediatico in diretta si è tenuto nella storica sede Rai di via Asiago, a Roma, con l’obiettivo di concentrare l’evento sugli elementi caratterizzanti il linguaggio e in particolare sulla forza della parola come strumento di approccio, di interazione e di persuasione. Al radio reality – che ha celebrato gli ottant’anni della radio – hanno partecipato oltre 30 personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura e del giornalismo tra i quali Mario Monicelli, Renzo Arbore, Giorgio Albertazzi, Domenico De Masi, Carlo Rossella, Giordano Bruno Guerri, Maria Venturi, Natalia Aspesi.

In occasione dei cento anni del premio Nobel per la Fisica a Guglielmo Marconi, nel 2009 ha ideato per la Divisione radiofonia della Rai, Radio 1 Rai e Nuovi Talenti Rai il Concorso annuale nazionale per aspiranti conduttori radiofonici “La radio è di parola”, primo talent di servizio pubblico dedicato a coloro che amano la radio (in collaborazione con il Ministero del Turismo). Si sono già svolte quattro edizioni.

Su Rai Isoradio, da marzo 2021, è autore e conduttore del format innovativo quotidiano, da lui ideato, “L’autostoppista”, il primo programma radiofonico pet friendly dove il co-conducente e co-conduttore è il bassotto Byron, il quale interagisce con gli “autostoppisti” rimasti in panne e bisognosi di un passaggio su temi legati alla tutela e ai diritti degli animali. Un'auto parlante e interattiva con a bordo un navigatore diventato "navigattore".  Per questo suo  nuovo programma che ha subito riscosso grande successo, Igor Righetti si è ispirato all’esilarante commedia “Il tassinaro” diretta e interpretata da suo cugino Alberto Sordi. Ironia graffiante, radio dediche musicali e cinematografiche, esperti del mondo pet, influencer, inventori, imprenditori e personaggi celebri del mondo dello spettacolo, del giornalismo e della politica per raccontare i cambiamenti dell’Italia e dei suoi abitanti tra ricordi, aneddoti, curiosità, emozioni e ilarità. A bordo de “L’autostoppista” sono saliti, tra gli altri, Renzo Arbore, Vittorio Sgarbi, Piero Angela, Renato Pozzetto, Pupi Avati, Barbara Palombelli, Iva Zanicchi, Katia Ricciarelli, Beppe Severgnini, Mara Maionchi, Giovanni Allevi, Piero Chiambretti, Al Bano Carrisi e Massimo Giletti.

Fiction tv Rai e Mediaset

  • “Distretto di Polizia 7”, regia di Alessandro Capone (Taodue, 2007) prima serata Canale 5. Ruolo: prof. Carlo Ponte.
  • “R.I.S. 4–Delitti imperfetti”, regia di Pier Belloni (Taodue, 2008) prima serata Canale 5. Ruolo: direttore del telegiornale.
  • “Intelligence - Servizi & segreti”, regia di Alexis Sweet (Taodue, 2009) prima serata Canale 5. Ruolo: anchorman tv . Con Raoul Bova.
  • “Mio figlio - Nuove storie per il commissario Vivaldi”, regia di Luciano Odorisio (Rai fiction e Sacha film company, 2010) prima serata RaiUno. Ruolo: psicologo Giulio Andreani. Con Lando Buzzanca.
  • “Un medico in famiglia” (settima serie), regia di Elisabetta Marchetti (Rai fiction e Publispei, 2010) prima serata RaiUno. Ruolo: commissario di polizia. Con Giulio Scarpati.
  • “Un matrimonio”, regia di Pupi Avati (Rai fiction e Duea film, 2013), prima serata RaiUno. Ruolo: vice direttore del quotidiano Avanti!

Sitcom televisive

  • “An ice family”, regia di Luca Baldanza (Stream Tv – canale TVL, 2001), teen-soap di 100 puntate in italiano e inglese con Clive Malcolm Griffiths. Ruoli: vari personaggi da lui ideati.
  • “7 vite”, regia di Monica Massa (Publispei, 2009) RaiDue. Ruolo: professore di storia Carlo Gloss.

Cinema

  • “Il papà di Giovanna”, regia di Pupi Avati (Duea film, 2008). Ruolo: autista. Con Silvio Orlando, Francesca Neri ed Ezio Greggio.
  • “Gli amici del bar Margherita”, regia di Pupi Avati (Duea film, 2009). Ruolo: capostazione. Con Diego Abatantuono, Laura Chiatti, Luigi Lo Cascio e Fabio De Luigi.
  • “L’aquilone di Claudio”, regia Antonio Centomani (Kite production e Rai cinema, 2016). Ruolo: stilista. Con Massimo Poggio, Irene Ferri, Milena Vukotic, Fioretta Mari e Luigi Diberti.

Zoom camera lens

Programmi e format televisivi multipiattaforma ideati, scritti e condotti

Su Elefante C.T.V., dal 1985 al 1987, ha fatto parte come autore e conduttore delle proprie rubriche dei programmi “Luna Park” (varietà in prime time), “Buongiorno Elefante” (morning show) e delle trasmissioni in seconda serata “Rosso & Nero”, “Sfoglia la margherita” e “Notte di follie”.
Su Videomusic, la prima tv musicale d’Europa, dal 1986 al 1989, ha fatto parte del cast fisso come autore e inviato del programma “Crazy Time” di Clive Malcolm Griffiths e Rick Hutton per la regia di Francesco Misseri.

Su RaiTre dal 1992 al 1993 è stato autore e conduttore di trasmissioni storico-artistiche e culturali.

Su TMC2 e ODEON TV, nel 1998 e nel 1999, è stato autore e inviato del programma “Lucca Comics” (10 puntate per ciascuna delle due edizioni) con Clive Malcolm Griffiths.

Su RaiDue, dal 2001 al 2003, assieme alla responsabile Rai Quirinale Mariolina Sattanino, è stato autore dello speciale in diretta delle Giornate internazionali di studio promosse dalla Fondazione Pio Manzù.

Su Canale 5, nel 2003, ha partecipato come protagonista al programma “Isolando” di Maurizio Costanzo.

Sempre su Raidue, nel 2004 e nel 2005, è stato autore e inviato di “Futura city”, programma innovativo sulle nuove tecnologie dove ha realizzato inchieste seguendo il genere dell’infotainment).
Su RaiUno, dal 2004 al 2007, ogni domenica all’interno di “Tg1 libri” è stato autore e conduttore dell’ “Aforisma del ComuniCattivo”.

Per Il Tg2 “Costume e società” ha realizzato servizi-inchiesta sugli stili di vita e le nuove tendenze degli italiani.

Per il Tg1 ha realizzato numerosi servizi-inchiesta sul rapporto degli italiani con la cultura e la tecnologia.

Dal 2012 al 2014, su RaiDue, all’interno dell’approfondimento del Tg2 “Tg2Insieme”, è stato autore e conduttore del “ComuniCattivo in Tv”, rubrica sul mondo della televisione e della creatività italiana.

Come esperto di comunicazione e crossmedialità interviene in numerosi programmi televisivi e radiofonici.